verbo vincere forma passiva

Serianni,., Grammatica italiana; italiano comune e baccarat strategia lingua letteraria, Torino, utet 1989.
Formazione del participio passato modifica modifica wikitesto In italiano il participio passato, assieme al passato remoto è il tempo più irregolare.
Alcune parole danno un'idea di quello che è stato, fondamentalmente, il participio futuro latino: nascituro (che sta per nascere) venturo (che verrà).
Proprio in quanto indicava qualcosa che resta ancora "da fare il gerundivo finì per esprimere anche la necessità, mentre nel latino tardo assunse piuttosto il valore di un participio futuro passivo (come nell'italiano "laureando "promuovendo colui che sta per essere laureato, colui che sta per.
Per quanto riguarda i tempi composti, voci verbali paragonabili per forma al passato prossimo in latino non esistono, ma il participio perfetto viene usato per il passivo dei tempi perfettivi, come il perfetto e il trapassato : Laudtus sum, 'Sono stato lodato' Laudtus eram, 'Ero.Per i verbi irregolari, rimandiamo alla lista essenziale qui proposta; alcune irregolarità: bere, bevuto; chiedere, chiesto; chiudere, chiuso; correggere, corretto; correre, corso; cuocere, cotto; decidere, deciso; dividere, diviso; essere, stato; leggere, letto; mettere, messo; nascere, nato; perdere, perduto/perso; piangere, pianto; prendere, preso; proporre, proposto; rimanere.Esempio: legendo puer discit; leggendo (col leggere) il ragazzo impara.IL gerundivo Il gerundivo è un aggettivo verbale in ndus, -NDA, -ndum, che si 10 e lotto 5 minuti di oggi verifica vincita forma dal tema del presente con le stesse modalità del gerundio, ( con le vocali A, E, E, IE, ND ) ma con le terminazioni di un aggettivo della 1 classe.Per le regole e i dubbi linguistici sull'accordo del participio ( Lucio mi ha lasciato/a, la panna che avete montato/a, non l'ho dimenticato/a vedi capitolo sulla formazione del passato prossimo.



Gli usi del participio presente come verbo ( volante, dormente, rimanente ) sono poco frequenti nelle lingue romanze, dove le forme hanno in genere più la funzione di aggettivi e sostantivi.
Il vantaggio di questo costrutto sta nell'enorme semplificazione dell'enunciato.
E il verbo sum va alla 3 pers.
Il verbo succedere ha due forme con significati diversi, una regolare succeduto ( subentrato ) e una irregolare successo ( accaduto ).Sing.) i soldati soggetto dativo militibus Poiché i soldati devono lasciare Roma, salutano i genitori (lett: Poiché Roma è da lasciarsi dai soldati, salutano i propri genitori) Cum Roma relinquenda sit militibus, parentes salutant Mancando il complemento oggetto in italiano manca il soggetto in latino.Si tenga presente che le perifrasi con cui in italiano si rende il gerundivo si traducono sostanzialmente come un infinito nominale.Nelle forme regolari le desinenze del modo infinito vengono sostituite da quelle del participio passato (-ato, -uto -ito.) coniugazione 1 -are.1, la perifrastica passiva è una perifrasi che esprime il significato di dovere o necessità di compiere un'azione: essa è composta dal gerundivo (aggettivo verbale, declinabile in tutti i generi, i numeri e i casi ) e dal verbo sum (coniugabile nei modi, tempi, persone.Esempi di formazione del gerundivo: nota) Il verbo SUM e relativi composti mancano del gerundivo.(fine) La traduzione vorrà la medesima costruzione del gerundio: infinito nominale nei vari casi e complemento oggetto.In italiano non si userà nella traduzione questultima costruzione, che sarà tradotta più correttamente: la speranza di vincere la battaglia, come la precedente in gerundio.Si forma in questo modo: le desinenze del modo infinito vengono sostituite da quelle del participio presente (-ante, -ente -ente.) coniugazione 1 -are.Sing poiché manca il complemento oggetto in italiano est noi soggetto dativo nobis Noi dobbiamo vincere (lett: È da vincersi da noi) Nobis vincendum est Esempio con verbo intransitivo: Devo partire subito Mihi statim proficiscendum est Come si è visto negli esempi, il complemento d'agente.Ritornando all'uso più tipicamente verbale, va detto che in passato era riscontrabile molto più di frequente, come testimoniano varie fonti letterarie create durante la storia della letteratura italiana.Più spesso, il verbo al participio presente dà luogo a dei sostantivi ( assistente, insegnante, badante ) oppure a degli aggettivi ( pesante, indisponente, mancante tutti casi in cui il genere è invariabile (sia maschile che femminile).Tuttavia, se nella frase esiste un altro complemento in dativo (per.La stessa parola futuro deriva dal participio futuro del verbo essere latino: futurus, ossia che sarà.



Le forme del participio passato possono avere valore passivo : in questo caso, si accorda per genere e numero all'oggetto semantico ( le lettere buttat e via le lettere, Giorgio è andato via.
Si declina nei casi : cioè aggiungendo alle quattro coniugazioni rispettivamente A, E, E, IE, ND e le terminazioni della 2 declinazione nei dati casi.