sei un casino un vero disastro

Mi rendo conto di essere assorbito da questi suoi riferimenti, e di avere il desiderio di entrare nella sua vita entrando per la porta delle sue scelte artistiche.
Nei due minuti ho avuto il tempo di ricordare quando a Lisbona, in una riunione di direttori di alcune riviste della Compagnia di Gesù, era emersa la proposta di pubblicare tutti insieme unintervista al Papa.
Gli chiedo quindi perché è colpito proprio dal Favre, quali tratti della sua figura lo impressionano.
Intervistapa francesco di Antonio Spadaro, santa Marta, lunedì 19 giochi slot mania casino agosto ore 9,50 È lunedì 19 agosto.
«Perché Dio sta prima, Dio sta prima sempre, Dio primerea.Io sono un peccatore.Lantropologia a cui la Chiesa ha tradizionalmente fatto riferimento e il linguaggio con la quale lha espressa restano un riferimento solido, frutto di saggezza ed esperienza secolare.Che cosa significa per un gesuita essere Papa?Ho invece come limpressione che il Papa semplicemente consideri il concilio come un fatto talmente indiscutibile che non vale la pena parlarne troppo a lungo, come per doverne ribadire limportanza.



La Chiesa è feconda, deve esserlo.
E ovviamente a Dante e Borges, ma anche a Leopoldo Marechal, lautore di Adán Buenosayres, El Banquete de Severo Arcángelo e Megafón o la guerra.
Maria, una donna, è più importante dei vescovi.
Il Papa continua a riflettere, compreso, come se non si aspettasse quella domanda, come se fosse costretto a una riflessione ulteriore.Poi si deve fare una catechesi.Ma la Chiesa non vuole fare questo.Ero entrato in seminario.Mentre il Papa parla di missione e di comunità, mi vengono in mente tutti quei documenti della Compagnia di Gesù in cui si parla di «comunità per la missione» e li ritrovo nelle sue parole.Io credo che ci sia sempre bisogno di tempo per porre le basi di un cambiamento vero, efficace.E spesso si cerca a tentoni, come si legge nella Bibbia.Comprendo che questa formula di accettazione è per.Manzoni mi ha dato tanto.Non cè niente di più solido, profondo e sicuro di questo annuncio.Addomesticare le frontiere significa limitarsi a parlare da una posizione distante, chiudersi nei laboratori.Quando il pensiero perde di vista lumano o quando addirittura ha paura dellumano o si lascia ingannare su se stesso.

Il segno che si è in questo buon cammino è quello della pace profonda, della consolazione spirituale, dellamore di Dio, e di vedere tutte le cose in Dio».