tassazione bonus stipendio

In questa guida oggi vi vogliamo parlare di come si calcola lo stipendio netto in base allimporto lordo mensile.
I dipendenti non hanno di questi problemi, inquanto la maggior parte dei contributi da versare è a carico dellazienda ovvero del datore di lavoro al di fuori del compenso lordo pattuito.
Invece la percentuale a carico del lavoratore prendendo il caso tipico di un operaio di unimpresa industriale con più di 50 dipendenti è più ridotta: il 9,19.
E questa la prima percentuale da dedurre dal lordo per giungere allo stipendio netto.
E soprattutto con riferimento a questo che si parla di cuneo fiscale : si tratta infatti di una percentuale tuttaltro che trascurabile.Non cambia la modalità di utilizzo: i buoni pasto elettronici possono essere utilizzati esattamente allo stesso modo dei ticket cartacei.Tra le novità è stata prevista la possibilità di cumulo dei ticket per il pranzo fino ad un massimo di 8 per fare la spesa, anche in mercatini e agriturismi.In questo caso le al" da tenere in considerazioni cambiano da regime a regime.



Quarta tappa: detrazioni Le detrazioni sono gli importi che vengono sottratti a valle, cioè non dal reddito ma dallimposta da versare.
E una parte di reddito non soggetta a tassazione ed è inversamente proporzionale allo stipendio: cioè più si guadagna e più si riduce la parte esente.
Su questo reddito, già tassato, i contribuenti potranno poi, al momento della dichiarazione, calcolare le ulteriori detrazioni (spese sanitarie, mutui, ristrutturazioni casino di venezia on line notizie edilizie ecc.) (Angelo De Marinis).Con la finanziaria di questanno le al" di imposta passano da quattro attuali a cinque : 23 fino.000 euro 27 fino.000 euro 38 fino.000 euro 41 fino.000 euro 43 oltre.000 euro Per i lavoratori dipendenti lIrpef viene.I fattori determinati sono: ammontare totale del lordo annuo; al" irpef media diversa in base allo scaglione di reddito; detrazione irpef per lavoro dipendente; detrazioni irpef per lavoro autonomo in relazione al reddito annuo complessivo; elemento progressività irpef; al" applicata dalla cassa pensionistica di appartenenza.6/E del Regole e importi per lavoratori part-time e full-time Come è stato già sottolineato nel corso dellarticolo, i buoni pasto vengono garantiti sia a lavoratori part-time che full-time e con il decreto mise sopra citato è stato stabilito che possono essere erogati anche quando.Di seguito una guida completa a come funzionano i buoni pasto, dove è possibile spenderli e chi può utilizzarli dopo le novità introdotte lo scorso anno e in vigore anche nel 2019.Inoltre, essendo che il reddito da lavoro dipendente a volte non è lunico reddito di cui si dispone inquanto vi possono anche essere altri redditi derivanti da prestazione di lavoro occasionale o da canone di affitti, ecc.Nelle righe che seguono forniremo ai lettori una guida completa allutilizzo dei ticket sostitutivi del servizio di mensa aziendale.Non sono soggetti a tassazione e quindi saranno da aggiungere al netto.Si tratta appunto dell indennità sostitutiva di mensa : al lavoratore viene erogato in busta paga limporto di denaro corrispondente al valore del buono pasto garantito dallazienda.Buoni pasto elettronici: i vantaggi sulla tassazione I vantaggi fiscali previsti per i buoni pasto elettronici non consistono soltanto nellesenzione dalla tassazione fino al valore di 7 euro di ciascun buono pasto.Al contrario, i buoni pasto vengono spesso utilizzati come forma di premialità riconosciuta dal datore di lavoro ai propri dipendenti.Inoltre è stato il decreto pubblicato nel 2017 a stabilire che possono essere cumulati fino ad 8 buoni pasto e che potrà spenderli soltanto il titolare, senza la possibilità di darli ad esempio alla moglie o ai figli.La differenza è che limporto è accreditato al dipendente su una carta magnetica provvista di un microchip.